Chiocciola Metodo Cherasco

La nostra scelta ricade su un’alimentazione esclusivamente vegetale, definita attraverso una selezione accurata di quelle materie prime capaci di garantire sviluppo, gusto e fragranza. Il nostro impegno è quello di investire con assiduità in ricerca, coinvolgendo i soggetti privati e istituzionali più accreditati, capaci di contribuire allo sviluppo del prodotto ed alla tutela della salute. Il disciplinare scolpisce la filosofia del mangiare bene, con alimenti che provengono da allevamenti che hanno sposato l’idea che il rispetto della natura offre la migliore opportunità per godere di sapori genuini ed autentici. Nella nostra visione la tavola, ovvero il momento di condivisione ed unione, deve essere celebrata vivendo l’esperienza e la gioia di assaporare cose buone, di sorridere nell’ essere sorpresi da gusti unici e coinvolgenti. Chiocciola Metodo Cherasco è ricca di contenuti, storia e passione, ingredienti al servizio dei consumatori a cui desideriamo offrire il meglio.

Le chiocciole destinate ad un utilizzo gastronomico o i cui prodotti di trasformazione sono destinati all’ alimentazione umana oppure, nello specifico del muco di lumaca, utilizzati a fini cosmetici e medici, devono essere allevate conformemente alle norme enunciate nel disciplinare CMC.

I 5 Fondamentali

L’allevamento delle chiocciole deve essere edificato in terreno libero ed esclusivamente all’ aperto, senza coperture ma anche senza l’utilizzo di qualsiasi protezione che rappresenti riparo dagli agenti atmosferici. Tale modalità ha la finalità di ricreare le condizioni dello sviluppo in natura, senza concessioni a situazioni artificiali che possano in qualche modo alterare il peculiare rapporto con l’ecosistema che gli animali vivono in libertà. L’allevamento deve essere strutturato in recinti delimitati da rete Helitex resistente ai raggi UV, resistente alle proprietà corrosive della bava ed a doppia balza per il riparo dalla predazione degli uccelli.

Ogni recinto deve essere suddiviso in due distinte zone di riproduzione (40%) e ingrasso (60%) e deve essere coltivato per garantire, oltre alla nutrizione, ombreggiamento e riparo dagli sbalzi termici.