La Nostra Bava di Lumaca

La nostra bava di lumaca è il risultato della collaborazione intensa con l'Istituto Internazionale di Elicicoltura e con l' Associazione Nazionale Elicicoltori che, in qualità di soggetti di garanzia e tutela, hanno scelto la nostra azienda come unico interlocutore per lo sviluppo del progetto di utilizzo della bava di lumaca a fini farmaceutici e cosmetici ma, soprattutto, hanno stabilito un protocollo molto rigoroso per l' ottenimento di un prodotto eccellente.

L'intero progetto MullerOne con l'utilizzo dell'ozono è totalmente innovativo perchè propone e realizza un'estrazione di bava in totale benessere dei molluschi, ottenendo un prodotto di alta qualità chimica-fisica e organolettica, ben lontano da quello di bave estratte con stimolatori invasivi e stressanti usati fin ora.

L’estrazione della raccolta della bava di chiocciola è costituita da due fasi:

1. SANIFICAZIONE DELLE LUMACHE (30 minuti): vengono sottoposte ad una doccia delicata di acqua osmotizzata miscelata ad ozono. Durante questo procedimento avviene anche una fase di rivitalizzazione e di risveglio dell’animale.

2. ESTRAZIONE DELLA BAVA: le chiocciole vengono stimolate tramite la nebulizzazione di una soluzione composta da sostanze naturali.

La formula stimolante studiata garantisce una sollecitazione fisiologica e non invasiva che non pregiudica la salute dell’animale nel ciclo produttivo garantendo una bava di lumaca qualitativamente stabile e con una bassa percentuale di agenti patogeni e muffe. La bava di lumaca sviluppa le sue proprietà in maniera efficace quando il processo estrattivo risulta coerente alle prassi di tutela dalle contaminazioni. Un processo “chiuso”, infatti, permette un drastico abbattimento delle cariche batteriche e il mantenimento del valore pH sotto la soglia del 3% per un’efficace conservabilità.

L’impennata della richiesta sul mercato della bava di chiocciola degli ultimi anni e la così bassa produzione della stessa, hanno portato a pensare che questa materia prima così apprezzata potesse venire in qualche modo contraffatta (riprodotta artificialmente) o adulterata (arricchita con sostanze attive caratteristiche al solo scopo di aumentarne la concentrazione per poi diluire la soluzione). Da questa ipotesi è nata la necessità di ricercare ed identificare all’interno della bava un parametro (marker9 che fosse indice di un’attività caratteristica legata alla natura animale della materia prima.

Grazie ad analisi biochimiche in vitro è stato identificato un marker, di cui non si conosce ancora esattamente la struttura molecolare, utile all’identificazione di contraffazioni ed adulterazioni.

Queste analisi hanno evidenziato la presenza di un’elevata attivita’ antiproteasica esercitata dalla bava nei confronti degli enzimi collagenasi ed elastasi.

Questo parametro al momento sembrerebbe l’unico in grado di confermare l’origine biologica del substrato.

Proprio grazie all’attività antiproteasica esercitata, la bava di lumaca è ideale in caso di smagliature, ferite, bruciature, escoriazioni e cedimenti dei tessuti.

Scopri la nostra linea di cosmetici a base di pura bava di lumaca S'Agapó

Visita il sito MullerOne